Carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: 0,00 €

Cantele Alticelli Fiano Salento IGT 2015

Altre viste

- 11%

Cantele Alticelli Fiano Salento IGT 2015

8.9

Recensisci per primo questo prodotto

Codice Articolo: CAN05
Produttore: Cantele
Categoria: Vini | Bianchi | In promozione

Disponibile

Prezzo di listino: 10,00 €

Special Price 8,90 €  IVA inclusa

Spedizione gratuita per ordini maggiori di 129€
Pagamenti sicuri con PayPal e Carta di Credito
Assistenza

Produttore: Cantele
Prodotto: Alticelli Fiano
Nazione: Italia
Regione: Puglia
Tipologia: Bianco
Vitigni: Fiano
Denominazione: Salento Igt
Zona di produzione: Salento
Annata: 2015
Gradazione : 12.5 %
Servire: temperatura di servizio 11°
Formato: 0.75

Dettagli

Produttore: Cantele
Prodotto: Alticelli Fiano
Nazione: Italia
Regione: Puglia
Tipologia: Bianco
Vitigni: Fiano
Denominazione: Salento Igt
Zona di produzione: Salento
Annata: 2015
Gradazione : 12.5 %
Servire: temperatura di servizio 11°
Formato: 0.75


Colore: I riflessi verdi sul fondo paglierino preavvisano il nerbo della freschezza e della tenacità di questo vino.
Olfatto: Il fruttato delle drupe e dell’esotico è intervallato dal delicato floreale, fino al fresco erbaceo.
Gusto: Il vino ripropone in  bocca il frutto e il fiore; la spiccata acidità prolunga le sensazioni gustative, conferendogli una notevole persistenza. L’equilibrio gustativo tra freschezza e morbidezza rende questo vino particolarmente dosato nelle sue componenti, concedendo al palato una gratificazione in termini di bilanciamento, lunghezza e complessità.
Abbinamenti gastronomici:  Vino molto versatile, abbinabile ad una cucina marinara, anche elaborata, così come a primi e secondi piatti della tradizione salentino a base di verdura. Da sperimentare inoltre, su formaggi freschi e leggermente stagionati.


Zona di produzione: Guagnano (Le).
Sistema di allevamento: Guyot (5.000 ceppi per ha).
Epoca di vendemmia: Metà settembre.
Vinificazione: Dopo la pigiatura e la diraspatura, il mosto viene lasciato a contatto con le bucce per un periodo di macerazione di circa 24 ore ad una temperatura fra i 5 e gli 8° C al fine di estrarre al meglio gli aromi primari che caratterizzano la tipicità di questo vitigno e, nello stesso tempo, limitando l’estrazione dei tannini. Dopo la svinatura, il mosto viene fatto fermentare a 14° C in serbatoi in acciaio inossidabile sino al termine della fermentazione alcolica.
Affinamento: 4 mesi sur lies in serbatoio d’acciaio a 10° C.
Capacità di invecchiamento: Da 1 a 3 anni, le variazioni cromatiche sul frutto sono assolutamente da sperimentare.

 
Cantele

Questo vino è una storia che ha come inizio uno sguardo, come prologo i primi anni del Novecento. Da quella clessidra, sospesa su un’Italia color seppia, viene il destino di una famiglia e di un’azienda che porta il nome di Giovanni Battista Cantele. Fu lui a incrociare per primo lo sguardo al centro di questa storia, accadde a Imola, in piena guerra, quando la radio si ascoltava di nascosto e trasmetteva canzoni americane di cui nessuno capiva il significato, eccetto la parola amore, la parola sogno.

Oggi sono i nipoti di Teresa Manara e Giovanni Battista Cantele a continuare la stesura di questo racconto di famiglia versato da bere in tanti calici. I figli di Augusto Cantele, Gianni e Paolo, e i figli di Domenico, Umberto e Luisa. Uno sguardo li accomuna, un talento liquido, un sogno chiamato vino.

 

     
     
     
     
     

 

Ulteriori informazioni

Annata 2015
Formato 0,75 litri
Dosaggio No
Metodo No
Classificazione IGT
Nazione Italia
Regione Puglia
Cantina Cantele
Tipologia Bianco
Vitigno Fiano
Denominazione Salento IGT
Abbinamenti Carni bianche, Crudità, Pesce
Riconoscimenti No
Questo vino è una storia che ha come inizio uno sguardo, come prologo i primi anni del Novecento. Da quella clessidra, sospesa su un’Italia color seppia, viene il destino di una famiglia e di un’azienda che porta il nome di Giovanni Battista Cantele. Fu lui a incrociare per primo lo sguardo al centro di questa storia, accadde a Imola, in piena guerra, quando la radio si ascoltava di nascosto e trasmetteva canzoni americane di cui nessuno capiva il significato, eccetto la parola amore, la parola sogno. Oggi sono i nipoti di Teresa Manara e Giovanni Battista Cantele a continuare la stesura di questo racconto di famiglia versato da bere in tanti calici. I figli di Augusto Cantele, Gianni e Paolo, e i figli di Domenico, Umberto e Luisa. Uno sguardo li accomuna, un talento liquido, un sogno chiamato vino.

Recensioni utenti

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Cantele Alticelli Fiano Salento IGT 2015




X