Carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: 0,00 €

Cosimo Taurino Notarpanaro 2007 - Salento Rosso IGT

Altre viste

- 3%

Cosimo Taurino Notarpanaro 2007 Salento Rosso IGT

14.5

Recensisci per primo questo prodotto

Codice Articolo: TAU02
Produttore: Taurino Cosimo
Categoria: Vini | Rossi

Disponibile

Prezzo di listino: 15,00 €

Special Price 14,50 €  IVA inclusa

Spedizione gratuita per ordini maggiori di 129€
Pagamenti sicuri con PayPal e Carta di Credito
Assistenza

Produttore: Cosimo Taurino
Prodotto: Notarpanaro

Nazione: Italia
Regione: Puglia
Tipologia: Rosso
Vitigni: Negroamaro 85%, Malvasia Nera 15%
Denominazione: IGT Salento Rosso
Zona di produzione: Guagnano
Annata: 2007
Gradazione : 13%
Servire: 18/20° C
Formato: 0,75 l


 

Dettagli

Negroamaro adatto a lungo invecchiamento. Colore rosso rubino molto equilibrato, manifesta con l'invecchiamento un'unghia arancione. Profumo pieno, fitto e continuo. Sapore asciutto, senza eccesso su elegante fondo amarognolo.

Produttore: Cosimo Taurino
Prodotto: Notarpanaro
Nazione: Italia
Regione: Puglia
Tipologia: Rosso
Vitigni: Negroamaro 85%, Malvasia Nera 15%
Denominazione: IGT Salento Rosso
Zona di produzione: Guagnano
Annata: 2007
Gradazione : 13%
Servire: 18/20° C
Formato: 0,75 l

Colore: rosso rubino con un'unghia granata dovuta all'invecchiamento.
Olfatto: Al naso è intenso, con sentori di frutta matura e note tostate.
Gusto: Al palato si rivela un vino strutturato, buon corpo e con finale lungo.
Abbinamenti gastronomici: arrosti di carne rossa, cacciagione, grigliata mista

Terreno: Argilloso-calcareo di medio impasto
Sistema di allevamento: Alberello
Produzione per ettaro: 130 q
Zona di produzione: Guagnano (LE)
Note sulla produzione: La vendemmia avviene in genere nella terza decade di settembre, le uve selezionate provengono da vigneti con una resa per ettaro di circa 75 Q.li. La fermentazione del mosto si esegue in cisterne vetrificate per un periodo di 40 giorni. Segue un affinamento in barriques per circa 6 mesi.

 

Cosimo Taurino

 COSIMO TAURINO - GUAGNANO

Nella penisola salentina la vite prospera da più di 4000 anni, grazie alla devozione, alla fedeltà e alla intelligenza del viticoltore. Senza il miracolo di questa continuità - scaturito dalla considerazione che l'uomo ha sempre avuto per il vino come bevanda nobile e come dono degli dei - senza la perseveranza e l'amore per la terra, molte contrade sarebbero rimaste delle lande deserte o coperte da boschi come erano nei millenni trascorsi. Invece, gia i Fenici, i Greci ed ancora i monaci Basiliani assicurarono alla vite e al vino un rifiorire nei secoli passati che non ha eguali nella coltura delle altre piante coltivate. I Taurino sono viticoltori da sempre ed il cuore della loro azienda agricola e rappresentato dalla tenuta "Notarpanaro", che nel secolo scorso era individuata come "Notare Panaro". In un documento notarile del 22 novembre del 1817, concernente la commutazione della decima in canone, infatti si legge:".... i terreni di Notare Panaro, siti in detto territorio di Mesagne sono soggetti alla decima dei frutti, dovuta a detti Eccellentissimi Signori Mugnozza, ed e essa Signora di Virgiliis nel nome predetto commutare la rendita in generi delli suddetti tomoli centottantaquattro e mezzo, della terra, in canone in danaro, giusto il prescritto dei Reali decreti de venti giugno milleottocent'otto, e de diecisette gennaro milleottocentodieci, hanno offerto al suddetto Signore Longo nel nome predetto annui ducati trenta di moneta d'argento, pagandoli ogn'anno a quindici luglio di cadauno anno, franchi per detti Signori Imperiali, di ogni retenzione, o peso imposto, o da imporsi dalla Regia Corte..." I1 dissodamento di queste terre, l'impianto dei vigneti, le amorevoli cure alla vite,la selezione delle uve e la vinificazione sono l'impegno costante della famiglia Taurino che ha conservato gli usi tradizionali negli schemi di lavorazione, pur avendo realizzato oggi una moderna cantina ove sono custodite le più belle produzioni enologiche del Salento. Nel volgere di pochi anni, con la passione di vecchi vinattieri,aperti al progresso tecnologico e fedeli all'imperativo di qualità, i Taurino sono riusciti a far conoscere ed apprezzare in tutto il mondo i vini rossi, rosati e bianchi del Salento di pregevole fattura, compresa la produzione tutelata dalla denominazione di origine controllata acquisita per i territori ove nascono i vini "Brindisi" e "Salice Salentino".

Ulteriori informazioni

Annata 2007
Formato 0,75 litri
Dosaggio No
Metodo No
Classificazione IGT
Nazione Italia
Regione Puglia
Cantina Taurino Cosimo
Tipologia Rosso
Vitigno Malvasia Nera, Negroamaro
Denominazione Salento IGT
Abbinamenti Carni rosse
Riconoscimenti No
Nella penisola salentina la vite prospera da più di 4000 anni, grazie alla devozione, alla fedeltà e alla intelligenza del viticoltore. Senza il miracolo di questa continuità - scaturito dalla considerazione che l'uomo ha sempre avuto per il vino come bevanda nobile e come dono degli dei - senza la perseveranza e l'amore per la terra, molte contrade sarebbero rimaste delle lande deserte o coperte da boschi come erano nei millenni trascorsi. Invece, gia i Fenici, i Greci ed ancora i monaci Basiliani assicurarono alla vite e al vino un rifiorire nei secoli passati che non ha eguali nella coltura delle altre piante coltivate. I Taurino sono viticoltori da sempre ed il cuore della loro azienda agricola e rappresentato dalla tenuta "Notarpanaro", che nel secolo scorso era individuata come "Notare Panaro". In un documento notarile del 22 novembre del 1817, concernente la commutazione della decima in canone, infatti si legge:".... i terreni di Notare Panaro, siti in detto territorio di Mesagne sono soggetti alla decima dei frutti, dovuta a detti Eccellentissimi Signori Mugnozza, ed e essa Signora di Virgiliis nel nome predetto commutare la rendita in generi delli suddetti tomoli centottantaquattro e mezzo, della terra, in canone in danaro, giusto il prescritto dei Reali decreti de venti giugno milleottocent'otto, e de diecisette gennaro milleottocentodieci, hanno offerto al suddetto Signore Longo nel nome predetto annui ducati trenta di moneta d'argento, pagandoli ogn'anno a quindici luglio di cadauno anno, franchi per detti Signori Imperiali, di ogni retenzione, o peso imposto, o da imporsi dalla Regia Corte..." I1 dissodamento di queste terre, l'impianto dei vigneti, le amorevoli cure alla vite,la selezione delle uve e la vinificazione sono l'impegno costante della famiglia Taurino che ha conservato gli usi tradizionali negli schemi di lavorazione, pur avendo realizzato oggi una moderna cantina ove sono custodite le più belle produzioni enologiche del Salento. Nel volgere di pochi anni, con la passione di vecchi vinattieri,aperti al progresso tecnologico e fedeli all'imperativo di qualità, i Taurino sono riusciti a far conoscere ed apprezzare in tutto il mondo i vini rossi, rosati e bianchi del Salento di pregevole fattura, compresa la produzione tutelata dalla denominazione di origine controllata acquisita per i territori ove nascono i vini "Brindisi" e "Salice Salentino".

Recensioni utenti

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Cosimo Taurino Notarpanaro 2007 Salento Rosso IGT

I nostri clienti hanno scelto




X