Carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: 0,00 €

Allegrini - Palazzo della Torre Igt Veronese 2014

Altre viste

- 16%

Allegrini - Palazzo della Torre Igt Veronese 2014

15.5

Recensisci per primo questo prodotto

Codice Articolo: COR03
Produttore: Allegrini
Categoria: Vini | Rossi | Natale 2017

Disponibile

Prezzo di listino: 18,50 €

Special Price 15,50 €  IVA inclusa

Spedizione gratuita per ordini maggiori di 129€
Pagamenti sicuri con PayPal e Carta di Credito
Assistenza

Produttore: Allegrini
Prodotto: Palazzo della Torre Igt Veronese 2014
Nazione: Italia
Regione: Veneto
Tipologia: Rosso
Vitigni: Corvina Veronese 70%, Rondinella 25%, Sangiovese 5%
Denominazione: Veronese IGT
Annata: 2014
Gradazione : 13,5 %
Servire: temperatura di servizio 18-20°
Formato: 0.75
Longevità: Oltre 12/15 anni

Dettagli

Produttore: Allegrini
Prodotto: Palazzo della Torre Igt Veronese 2014
Nazione: Italia
Regione: Veneto
Tipologia: Rosso
Vitigni: Corvina Veronese 70%, Rondinella 25%, Sangiovese 5%
Denominazione: Veronese IGT
Annata: 2014
Gradazione : 13,5 %
Servire: temperatura di servizio 18-20°
Formato: 0.75
Longevità: Oltre 12/15 anni

Colore: colore rosso rubino carico
Olfatto: Frutta in confettura, spezie, tabacco e vaniglia
Gusto: Caldo ed avvolgente con tannino deciso. Grande persistenza
Abbinamenti gastronomici: Si abbina facilmente a numerosi piatti della cucina italiana fra cui spiccano i risotti, eccellenti quelli con lo zafferano, i funghi porcini ed il battuto di maiale; paste classiche, come l’Amatriciana e la Carbonara, pasticcio di lasagne e gnocchi al gorgonzola e noci; carni grigliate e arrosti. Perfetto quando in tavola c’è il tagliere dei prosciutti di Parma e culatello di Zibello, esprime tutta la sua piacevolezza in compagnia di formaggi di media stagionatura, specificamente con Parmigiano Reggiano, pecorino e
Monte Veronese. Il gradevole sentore d’uva passa ancora più si apprezza se il vino viene servito a 18°C in bicchiere ampio.


Il vino è prodotto con la tecnica della rifermentazione: la maggior parte delle uve viene vinificata alla raccolta mentre il rimanente è messo ad appassire. In gennaio il vino prodotto, assemblato con il pigiato delle uve passite, dà inizio ad una seconda fermentazione.

È uno dei vini che ha reso celebre la produzione Allegrini in tutto il mondo. La vigna circonda Villa Della Torre, splendida dimora rinascimentale di proprietà della famiglia, e da vita ad un rosso di buon corpo capace di invecchiare per almeno un decennio.La composizione delle uve fa riferimento alle storiche Corvina e Rondinella cui si aggiunge una piccola percentuale di Sangiovese.

L'azirnda

L’azienda Allegrini deve tutto al suo fondatore Giovanni Allegrini, uomo semplice, spontaneo, intelligente ed operoso che diede vita a un’impresa agricola solida, efficiente ed innovativa.

Iniziò la sua attività giovanissimo e perfezionò l’arte della vinificazione dimostrando grandi capacità e una coinvolgente passione. Con immagine suggestiva, venne definito “il ragno delle botti”: nella sua cantina infatti, faceva assaggiare con orgoglio i vini e, ascoltando giudizi ed impressioni, saltava come un ragno dall’una all’altra delle preziosi botti. Lo stile di vita, la storia e la cultura di Giovanni sono ancora oggi la chiave per comprendere la filosofia e le ragioni del successo dell’Azienda Allegrini. Dopo la sua scomparsa, nel 1983, sono i figli a occuparsi dell’azienda.

Franco, ha imparato dal padre a dialogare con il vino, rivelandosi col tempo dotato nell’occuparsi di questa materia delicata ed importantissima. Grazie al suo entusiasmo, ed al progressivo affinarsi dell’esperienza, è oggi annoverato fra i migliori winemakers italiani.

Marilisa è responsabile marketing dal 1980: guidata da una istintiva passione per il vino, promuove i vini Allegrini e la Valpolicella nel mondo. Quando presenta un vino, narra la sua terra di provenienza, l’abbinamento con i cibi, la fatica di chi sta in vigna, lo sforzo di unire tradizione ed innovazione.

Prematuramente scomparso nell'estate del 2003. Il suo carattere schietto era l'espressione piu' classica di chi vive intensamente il rapporto con la natura; si occupava infatti in prima persona della conduzione viticola ed è anche al suo ricordo che i fratelli Allegrini dedicano tutto l'impegno e le energie che hanno consentito all'Azienda di conquistare la leadership dell'intera zona.



 

     
     
     
     
     

 

Ulteriori informazioni

Annata 2014
Formato 0,75 litri
Dosaggio No
Metodo No
Classificazione IGT
Nazione Italia
Regione Veneto
Cantina Allegrini
Tipologia Rosso
Vitigno Corvina, Rondinella, Sangiovese
Denominazione Veronese IGT
Abbinamenti Carni rosse, Primi piatti, Risotti, Salumi
Riconoscimenti Wine&More 85 - 90
L’azienda Allegrini deve tutto al suo fondatore Giovanni Allegrini, uomo semplice, spontaneo, intelligente ed operoso che diede vita a un’impresa agricola solida, efficiente ed innovativa. Iniziò la sua attività giovanissimo e perfezionò l’arte della vinificazione dimostrando grandi capacità e una coinvolgente passione. Con immagine suggestiva, venne definito “il ragno delle botti”: nella sua cantina infatti, faceva assaggiare con orgoglio i vini e, ascoltando giudizi ed impressioni, saltava come un ragno dall’una all’altra delle preziosi botti. Lo stile di vita, la storia e la cultura di Giovanni sono ancora oggi la chiave per comprendere la filosofia e le ragioni del successo dell’Azienda Allegrini. Dopo la sua scomparsa, nel 1983, sono i figli a occuparsi dell’azienda. Franco, ha imparato dal padre a dialogare con il vino, rivelandosi col tempo dotato nell’occuparsi di questa materia delicata ed importantissima. Grazie al suo entusiasmo, ed al progressivo affinarsi dell’esperienza, è oggi annoverato fra i migliori winemakers italiani. Marilisa è responsabile marketing dal 1980: guidata da una istintiva passione per il vino, promuove i vini Allegrini e la Valpolicella nel mondo. Quando presenta un vino, narra la sua terra di provenienza, l’abbinamento con i cibi, la fatica di chi sta in vigna, lo sforzo di unire tradizione ed innovazione. Prematuramente scomparso nell'estate del 2003. Il suo carattere schietto era l'espressione piu' classica di chi vive intensamente il rapporto con la natura; si occupava infatti in prima persona della conduzione viticola ed è anche al suo ricordo che i fratelli Allegrini dedicano tutto l'impegno e le energie che hanno consentito all'Azienda di conquistare la leadership dell'intera zona.

Recensioni utenti

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Allegrini - Palazzo della Torre Igt Veronese 2014




X