Carrello

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: 0,00 €

Alois Lageder - Haberle Pinot Bianco 2017 Alto Adige DOC

Altre viste

- 11%

Alois Lageder - Haberle Pinot Bianco 2017 Alto Adige DOC

16

Recensisci per primo questo prodotto

Codice Articolo: LAG23
Produttore: Alois Lageder
Categoria: Vini | Bianchi

Disponibile

Prezzo di listino: 18,00 €

Special Price 16,00 €  IVA inclusa

Spedizione gratuita per ordini maggiori di 129€
Pagamenti sicuri con PayPal e Carta di Credito
Assistenza

Produttore: Alois Lageder
Prodotto:
Haberle Pinot Bianco
Nazione: Italia
Regione: Alto Adige
Tipologia: Bianco
Vitigni: 100 % Pinot Bianco
Denominazione: Alto Adige Doc
Zona di produzione: vigneti selezionati a Merano, Pochi e Penone       Altitudine: 350 - 520 metri s.l.m.
Annata: 2017
Gradazione : 12%
Servire: 8/10° C
Formato: 0,75 l

Dettagli

Produttore: Alois Lageder
Prodotto:
Haberle Pinot Bianco
Nazione: Italia
Regione: Alto Adige
Tipologia: Bianco
Vitigni: 100 % Pinot Bianco
Denominazione: Alto Adige Doc
Zona di produzione: vigneti selezionati a Merano, Pochi e Penone       Altitudine: 350 - 520 metri s.l.m.
Annata: 2017
Gradazione : 12%
Servire: 8/10° C
Formato: 0,75 l

Colore: limpido, giallo chiaro con rifl essi verdognoli
Olfatto:  leggermente aromatico, fruttato (pomacee),       con note minerali     
Gusto: mediamente strutturato, pieno, elegante,        rigoroso, fresco, secco
Abbinamenti con antipasti leggeri, insalate, asparagi, pesce d‘acqua dolce, crostacei e pollame

È un vino in cui s’intersecano fattori geologici, microclimatici e culturali molto diversi fra loro. Le uve da cui è prodotto, infatti, provengono in parte dall’azienda Haberle di Pochi di Salorno, sul versante orografico sinistro della Valle dell’Adige, e in parte dai vigneti di Penone, sul lato opposto della valle, poco sopra il villaggio di Magrè. Entrambi gli appezzamenti si estendono a circa 500 metri di quota, e offrono condizioni ideali per questo vitigno.

Provenienza: vigneti selezionati a Merano, Pochi e Penone       
Altitudine: 350 - 520 metri s.l.m.       
terreni pietrosi, sabbiosi e calcarei
Età delle viti: 22 - 50 anni
Vendemmia: 28 agosto - 7 settembre 2017
Vinificazione:
Fermentazione: a temperatura controllata in acciaio
Affi namento del vino: sulle fecce fini, in parte in acciaio e in parte in botti di legno (circa 9 mesi)
Alcool 12,0% vol.
Acidità: 5,4 g/litro

L'Azienda

La storia dell'azienda ebbe inizio nel 1823, allorché Johann Lageder, apprendista artigiano, cominciò a commerciare in vini a Bolzano. I suoi figli e nipoti decisero di acquistare dei vigneti e produrre essi stessi del vino. Alois III, pronipote del capostipite, capì che la varietà climatica dell’Alto Adige poteva diventare un fattore vincente, e nel 1934 acquistò la tenuta Löwengang di Magrè, nella parte meridionale dell´Alto Adige. Fu lì e in altri villaggi che fece installare dei torchi per produrre vino, e ben presto anche diversi viticoltori cominciarono a conferirgli le proprie uve. Nel 1963, Alois III morì improvvisamente, quando il figlio Alois IV aveva solo 12 anni. Toccò quindi a sua moglie Christiane e alla figlia maggiore Wendelgard rilevare provvisoriamente l’azienda paterna, finché il fratello Alois IV, a metà degli anni Settanta, prese in mano la tenuta insieme a sua sorella e suo marito ed enologo cognato Luis von Dellemann. Da quel momento, introdusse severi criteri di qualità, adottando al tempo stesso dei metodi innovativi nei vigneti e in cantina che gli valsero un posizionamento più elevato sul mercato. Oggi, i 50 ettari di vigneti di proprietà della famiglia sono interamente coltivati col metodo biodinamico.

 

     
     
     
     
     

 

Ulteriori informazioni

Annata 2017
Formato 0,75 litri
Dosaggio No
Metodo No
Classificazione DOC
Nazione Italia
Regione Trentino Alto Adige
Cantina Alois Lageder
Tipologia Bianco
Vitigno Pinot Bianco
Denominazione Alto Adige Doc
Abbinamenti Antipasti, Crostacei, Crudi di pesce, Crudità, Pesce, Sushi
Riconoscimenti Wine&More 90 - 95
La storia dell'azienda ebbe inizio nel 1823, allorché Johann Lageder, apprendista artigiano, cominciò a commerciare in vini a Bolzano. I suoi figli e nipoti decisero di acquistare dei vigneti e produrre essi stessi del vino. Alois III, pronipote del capostipite, capì che la varietà climatica dell’Alto Adige poteva diventare un fattore vincente, e nel 1934 acquistò la tenuta Löwengang di Magrè, nella parte meridionale dell´Alto Adige. Fu lì e in altri villaggi che fece installare dei torchi per produrre vino, e ben presto anche diversi viticoltori cominciarono a conferirgli le proprie uve. Nel 1963, Alois III morì improvvisamente, quando il figlio Alois IV aveva solo 12 anni. Toccò quindi a sua moglie Christiane e alla figlia maggiore Wendelgard rilevare provvisoriamente l’azienda paterna, finché il fratello Alois IV, a metà degli anni Settanta, prese in mano la tenuta insieme a sua sorella e suo marito ed enologo cognato Luis von Dellemann. Da quel momento, introdusse severi criteri di qualità, adottando al tempo stesso dei metodi innovativi nei vigneti e in cantina che gli valsero un posizionamento più elevato sul mercato. Oggi, i 50 ettari di vigneti di proprietà della famiglia sono interamente coltivati col metodo biodinamico.

Recensioni utenti

Scrivi la tua recensione

La tua recensione: Alois Lageder - Haberle Pinot Bianco 2017 Alto Adige DOC




X